Welcome to Agropoli informazioni turistiche su Agropoli | Info | Hotel | Ristoranti | WebDirectory | News | Forum | Welcome to Agropoli informazioni turistiche su Agropoli

Scario - San Giovanni a Piro

Scario, frazione marina del comune di San Giovanni a Piro è un pittoresco borgo marinaro posto in riva al mare alle pendici del Monte Bulgheria. Rinomato centro turistico fornito di uno dei porti più attrezzati della zona, Scario gode di suggestive attrattive, fra cui il suo bel lungomare e la meravigliosa costiera della Masseta. Le rocce del Monte Bulgheria si inabissano nel mare, formando uno dei più bei paradisi subacquei del Mediterraneo, ricco di specie marine altrove scomparse da tempo. Lungo la costa, nel corso di centinaia di migliaia di anni, intensi fenomeni carsici hanno scavato grotte misteriose, popolate già nella lontata età paleolitica: tra le più importanti citiamo la Grotta Grande ed il Riparo del Molare, in cui sono stati rinvenuti importanti giacimenti preistorici. Fondato dai greci, come testimonia il nome stesso del paese (skariòs in greco significa piccolo cantiere navale), a partire dal 197 a.C. fu sede di una piccola colonia romana. All'epoca Scario, che nell'estate del 44 a.C. ospitò Marco Tullio Cicerone, era rinomata per la pesca e per la preparazione del garum, la prelibata salsa di pesce di cui i romani erano ghiotti. Come gli altri centri abitati del Golfo di Policastro, Scario nel 1534 e nel 1552 subì le incursioni dei pirati turchi. Quindi, il paese risorse intorno alla metà del XVII secolo grazie alle capacità artigianali dei suoi "calafati", gli addetti alla costruzione e alla riparazione delle barche da pesca. Risalgono a questo secolo le due torri costiere visibili ai lati opposti del paese: la torre del Garagliano, la cui costruzione era iniziata già nel 1566, e la torre dell'Olivo. L'abitato assunse l'aspetto attuale verso la fine del XVIII secolo ad opera delle famiglie nobili di San Giovanni a Piro e, soprattutto, dei Conti Carafa, che vi costruirono una dimora estiva, detta dagli scarioti "la casa contesca". Il territorio comunale presente interessanti preesistenze culturali quali la torre della medievale Badia di S. Giovanni Battista, di origine brasiliana, il santuario di Pietrasanta, la chiesetta di Sant'Anna e la Chiesa dell'Immacolata, che dal 1846 conserva una statuetta della Madonna, donata dal capitano di un vascello scampato da un naufragio. Ogni estate, la sera del 10 agosto, la statua viene portata in processione sul mare. Tutta la costa che va a nord da Scario a Marina di Camerota è ricca di grotte e spiagge. Irrangiungibile da terra e' rimasta per tale motivo incontaminata da costruzioni e stabilimenti. Dal porto di Scario è attivo nei mesi estivi un servizio di barconi che vi permette di visitare la costa e fermarvi in tutta tranquillità nelle spiaggie più famose. E'anche possibile affittare delle canoe poiché tutte le spiaggie sono raggiungibili dopo qualche giorno di allenamento. In giugno e luglio, il sole che tramonta con lentezza, illumina a lungo le calette creando meravigliosi effetti di luce sull'acqua. Inutile dire che il silenzio e la trasparenza dell'acqua alle prime ore del mattino offre lo scenario migliore. Non rarissimo l'avvicinamento di branchi di delfini.

Numeri Telefonici Utili

  • Municipio 0974/983007
  • Associazione turistica Pro-loco 0974/986033

Principali Manifestazioni

  • Operazione "mare pulito"(10 Luglio)
  • Settimana blu (10/17 luglio)
  • Festa di Sant'Anna (25/26 luglio)
  • Serate musicali (luglio-agosto)
  • Mostre permanenti di pittura (luglio-agosto)
  • Visita in barca zona archeologica (luglio-agosto)
  • Sagra della salsiccia (agosto)
  • Torneo di Beach Volley (1/20 agosto)
  • Festa dell'immacolata (7/8 agosto)
  • Festival di musica Rock (18 agosto)




Il porto


Lungomare


La spiaggia dei francesi


Porto


La spiaggia della Carcarella